Premio Nazionale di Poesia “Leandro Polverini” 2016

assolo per mia madre, premio polverini
Porgo i miei ringraziamenti alla giuria del Premio “Leandro Polverini”, al Presidente Tito Cauchi e alla Città di Anzio per il riconoscimento conferito alla mia silloge “Assolo per mia madre” (II classificata per la sezione poesia edita).

Cerimonia di premiazione il 27 novembre c/o Sala delle Conferenze dell’Hotel Lido Garda – ANZIO

“Assolo per mia madre”, una segnalazione letteraria

assolo per mia madre, maria pina ciancio

# assolo per mia madre, copertina

Coincidenze.

Accadono strane coincidenze a volte, perchè proprio oggi, che avrebbe dovuto essere il compleanno di mia madre, ricevo la notizia che il libro Assolo per mia madre (a lei dedicato) ha ricevuto una segnalazione di merito al  Premio Letterario Nazionale di Calabria e Basilicata   (V Edizione, 2015).
——

La Cerimonia di Premiazione si svolgerà a Cosenza, sabato 3 Ottobre 2015 alle  ore 17.00 all’Università della Calabria (via Pietro Bucci, Arcavacata di Rende, CS) nella Sala “University Club”.

Serata di premiazione della X Edizione del Concorso Letterario Internazionale “Gaetano Cingari”

La cerimonia di premiazione si è tenuta a Gallico Superiore (RC) in occasione della I^ Fiera Nazionale del Libro all’aperto.
Al libro “Storie minime e una poesia per Rocco Scotellaro” (Primo premio, sez. libro edito), è stato conferito il riconoscimento dalla poetessa siriana Maram al-Masri. ospite d’onore alla manifestazione, con la seguente motivazione:

“Transitano in quest’opera, l’universo interiore e la storia, le storie, di una complessa e varia umanità, colta per episodi e per quadri, per frammenti, per vie di fuga che tendono all’universale. In essi sono inglobati la natura, i fenomeni sociali, i nuclei familiari, dei quali il padre, o l’avo, sono i referenti affettivi o storici. Elementi di ordine etico e riflessioni anche filosofiche si alternano e s’espandono, per raggiungere umanità più distanti, luoghi e persone, in terre diverse dal luogo d’origine: l’emigrazione viene sovente evocata, quella che fu di Scotellaro e di Franco Costabile, per fissare un centro stabile, un luogo di possibili certezze.”

Motivazione per “Storie minime e una poesia per Rocco Scotellaro”, Maria Pina Ciancio (Fara Editore 2009) a cura di Stefano Mangione (Giuria del Premio Letterario Internazionale “Gaetano Cingari”)

Un nuovo successo per il libro “Storie minime” di Maria Pina Ciancio

premio cingari
clicca sul link per leggere la locandina completa: locandina pdf

Dopo i successi lusinghieri dello scorso anno, il libro “Storie minime e una poesia per Rocco Scotellaro” (Fara Editore, 2009) di Maria Pina Ciancio ottiene un nuovo importante riconoscimento fuori regione, la vincita del I Premio Letterario Internazionale “Gaetano Cingari 2015” per la sezione libro edito.
La tematica dei versi, sicuramente attuale e collettiva, offre una reinterpretazione in chiave personale delle dinamiche sociali e delle contraddizioni tra arcaicità e modernità che caratterizzano un Sud presente e attuale, fatto di mutamenti e (s)radicamenti, di partenze e di ritorni. Si tratta di “una raccolta breve – ha scritto del libro Andrea Di Consoli – ma compatta stilisticamente, consapevole e calibrata tutta racchiusa in un paesaggio remoto, tra il Sinni e il Pollino, dove la letteratura poche volte è sostata, e dove si compie così felicemente la poesia notturna e limpida e buona di Maria Pina Ciancio” (da Il quotidiano di Basilicata, 8 giugno 2009).
La premiazione si terrà a Reggio Calabria il 5 luglio nell’ambito della Fiera Nazionale del libro all’aperto nel Parco della Mondialità del quartiere Gallico superiore della cittadina calabrese, dove saranno presenti anche l’On. Cécile Kyenge e la poetessa siriana Maram al-Masri.
La vincitrice sarà premiata con targa, assegno di 250 euro e soggiorno a carico dell’amministrazione.
Il premio, alla X edizione, è stato organizzato dalla Casa Editrice Leonida con il patrocinio del comune di Gerace e del comune di Carlopoli ed è dedicato allo storico e meridionalista Gaetano Cingari, protagonista della vita politica e culturale di Reggio, della Calabria e del Mezzogiorno d’Italia.

→ fonte La Siritide 11/06/2015 _ http://www.lasiritide.it/article.php?articolo=4937

XI Ed. Premio Letterario Nazionale Città di Calabria “Perla dello Jonio” 2014

La giuria dell’XI Concorso Nazionale Città di Calabria “Perla dello Jonio” ha assegnato il Primo Premio per la sezione Opere Inedite al mio testo poetico “Poesia per un figlio” (in memoria di Rocco Scotellaro).

premio città di cerchiara 2014

La premiazione si è tenuta il 28 dicembre 2014, nella sala convegni del Comune di Cerchiara di Calabria. Un grazie di cuore alla Giuria, all’Amministrazione Comunale, agli amici e ai presenti. Maria Pina

La motivazione del Premio Internazionale della Migrazione ‘ Attraverso l’Italia 2014 ‘

«Il senso di spaesamento e di precarietà che deriva dall’opera di Maria Pina Ciancio dà vita a una poesia che reclama la sua sofferta appartenenza alla terra d’origine, la Basilicata. Perché sofferta? Perché tale senso di appartenenza deve fare i conti con l’esperienza della nuova realtà nella quale l’autrice vive. Questa realtà individuale reagisce (e ciò si percepisce continuamente nei versi della Ciancio) con uno spirito collettivo ad essa complementare. La reazione che ne deriva rivela un’estetica legata a doppia mandata con la ricerca quotidiana e paziente operata consapevolmente in seno al mondo circostante. Da tutto ciò la poetessa intende desumere un’idea residuale (che costituisce il nucleo vero e proprio dei suoi versi) che sia trasmissibile attraverso gli affetti, i valori riconosciuti della comunità cui appartiene e la sua stessa esperienza. È a questo insieme di fattori che la Ciancio accosta la figura e l’idea di poesia di Rocco Scotellaro in modo che risulti ancor più evidente la correlazione tra il suo piano identitario e la strenua volontà di resistere ad esso».

Motivazione per “Storie minime e una poesia per Rocco Scotellaro”, Maria Pina Ciancio (Fara Editore 2009), libro vincitore del I° premio per la sezione opere edite (II Edizione, 2014)

Il comunicato stampa della serata: COMUNICATO STAMPA

“Storie minime” vince il Concorso Internazionale di Poesia della Migrazione “Attraverso l’Italia 2014“

storie minime

La giuria del Concorso Internazionale di Poesia della Migrazione denominato “Attraverso l’Italia” ha assegnato il Primo Premio per la sezione Opere edite alle “Storie minime e una poesia per Rocco Scotellaro”  (Rimini, Fara, 2009).

Il comunicato stampa con i risultati del concorso qui: comunicato stampa definitivo

Storie minime vince il II Premio “Città di Tremestieri Etneo”

Gentilissima Maria Pina Ciancio, ci è gradito comunicarLe che il suo libro di poesia Storie minime ha vinto il 2° premio denominato “Targa Antonio Corsaro” del Premio NATALE-CITTA’ DI TREMESTIERI ETNEO XXI EDIZIONE 2009. La invitiamo, pertanto, alla cerimonia di premiazione che si svolgerà il 12 dicembre p.v. a Tremestieri Etneo, alle ore 18:00, presso il Centro Culturale comunale “Villa Immacolata”, in via Etnea (largo Immacolata), per il ritiro del premio. In attesa di un Suo cortese riscontro, inviamo distinti saluti. Dott. Vincenzo Caruso Segretario del Premio

Motivazione del Premio
Il 2° Premio denominato “TARGA ANTONIO CORSARO” (VI edizione) è stato assegnato alla silloge “Storie minime” di Maria Pina Ciancio di San Severino Lucano (PZ), Fara Editore 2009, Rimini. Produzione poetica discorsiva a sfondo sociale dedicata a Rocco Scotellaro, intesse tra vie, vicoli, piazze, la storia silenziosa del popolo lucano che, in un rituale di abitudini, sulle tracce dolorose dell’emigrazione, crea lo spaesamento dei luoghi, dei volti e degli animi.
(La giuria del premio)

http://farapoesia.blogspot.com/2009/11/maria-pina-ciancio-vince-2-premio.html
http://www.premiopoesianatale.it/Caruso%20loc%20Natale.pdf

La ragazza con la valigia vince il Premio Prata Poesia 2008

La raccolta La ragazza con la valigia è tra i libri vincitori della seconda edizione del PRATA POESIA 2008.
La motivazione formulata dalla Segreteria del Premio è la seguente:

“Colpisce sin dalle prime pagine, il lungo e complesso viaggio dell’autrice Maria Pina Ciancio. Oscillano dalla valigia e/o raccolta tante verità attraverso una voce interiore sospesa fra la spina e la rosa perché “Parte e ritorna ogni notte/ la valigia rossoazzurra/ rigonfia di stracci/ e lo sguardo di terra/ annodato alla luna”. Un viaggio che vibra con la speranza, dove le paure si dissolvono al vento. Una poesia leggera e intensa, che rivela una grande personalità colorata di ricordi per raggiunge la luce che illumina i tanti oggetti, le tante persone, e poi i luoghi, i ricordi e i sogni che accompagnano gli spazi profondi che vigilano la speranza dell’esplorazione”.
Prata Principato Ultra, 3 agosto 2008

la ragazza con la valigia, maria pina ciancioDi seguito l’articolo completo sui “Sette premi della parola” attribuiti dalla commissione giudicatrice a sette poeti che si sono distinti nel campo nazionale con le loro opere e con il loro impegno profuso verso la valorizzazione della cultura.
I poeti vincitori del “PrataPoesia 2008″

“Il gatto e la falena” vince il Premio Parola di donna 2003

La silloge inedita Il gatto e la falena vince la III EDIZIONE DEL PREMIO LETTERARIO ON-LINE Parola di donna 2003.
Presidente della giuria è Lorenza Colicigno.
I componenti della giuria sono Lorenza Colicigno, Claudio Elliott, Enzo Mori, Raffaele Nigro, Beatrice Nolè.
Il Premio si svolge sotto il Patrocinio del Comune di Potenza, della Provincia di Potenza, del Laboratorio Scriptavolant.

MOTIVAZIONE DEL PREMIO
La silloge lirica “Il gatto e la falena”, attraverso impressioni ora sfuggenti ora concretissime e immagini rapide, offre le chiavi per interpretare il mondo interiore dell’autrice. Il linguaggio e lo stile lasciano cogliere una ricerca pervenuta a sicuri traguardi espressivi.
Il premio consiste nella stampa di cinquecento copie della silloge nella collana “Quaderni di Scriptavolant”

http://www.paroladidonna.net/Premio03/PremazioneLetterario03.htm