I fiumi erranti dell’infanzia

∼Nelle foto il fiume del Salice∼

I fiumi dell’infanzia sono quelli che ho attraversato all’ombra oltre i salici, che ho risalito scalza fino alla sorgente, che ho ascoltato raccontare storie e versi di destini esangui, trascinati silenziosi fino al mare.

11 luglio 2020

Morire in solitudine ai tempi del Coronavirus

La morte ci appartiene, oggi piú di ieri. Questo è il tempo di lottare per la vita, ma è anche il tempo del lutto collettivo.

Ogni dipartita ha bisogno di comprensione e di condivisione. Di riti. Eppure ci sono tempi come questi, in cui le perdite si possono solo raccontare.
Oggi per strada abbiamo raccolto questi fiori in memoria di Sepulveda e di tutti gli amici che in queste settimane se ne sono andati in punta di piedi Antonio Astronik Nicastro, Vincenzo D’Alessio, Marisa Provenzano e tutti gli altri che ci guardano da lassù…

16 aprile 2020

Ci sono momenti

Ci sono momenti in cui la vita stessa ci chiede di fermarci e si prende delle pause e dei silenzi, quelli dimenticati e di cui non sappiamo più godere. Facciamo buio, facciamo ascolto, facciamo pace dentro. Tocchiamoci il cuore, le mani, gli occhi come una cosa nuova. Ascoltiamo il vento, la pioggia, la foglia che cade. Ascoltiamo il silenzio che ci fa creature piccole, fragili, ma ci restituisce il senso di appartenenza a noi stessi. Insegniamolo ai giovani. Lasciamogli questa possibilità, non rinviamola a domani.

2 marzo 2020