Sui libri

Capita tante volte che mi si chieda a bruciapelo il titolo dei libri che più hanno contato nella mia vita. Trovo sempre difficile rispondere a questa domanda, circoscrivere la mia biblioteca personale in un elenco di dieci titoli. Dico biblioteca personale, ma potrei dire biblioteca affettiva. Perché i libri letti e amati, diventano affetti rari da custodire non solo tra gli scaffali, ma anche nella propria memoria, dove albergano privilegiati, come il sogno di un amore o un amore. Ecco questi sono i titoli che a caso e senza ordine, né classificazione, affiorano in questo momento alla mia memoria, I dialoghi con Leucò di Cesare Pavese, Il dolore di Marguerite Duras, i Pensieri di Giacomo Leopardi, Se questo è un uomo di Primo Levi, Una stanza tutta per sé di Virginia Woolf, La luna e i falò di Cesare Pavese, Una donna di Sibilla Aleramo, Il grado zero della scrittura di Roland Barthes, Il diario di Jane Somers di Doris Lessing, La ballata di Reading di Oscar Wilde e so che forse non saranno esattamente gli stessi tra un mese o tra un anno. Ciò che posso dire è che amo le biografie, la buona narrativa (classica e contemporanea) e certi libri per ragazzi che sono indimenticabili, come L’Albero di Shel Silverstein o Il diavolo nel presepe della scrittrice lucana Gina Labriola.

Sett. 2014

Assolo per mia madre. L’amore incondizionato e l’irripetibilità degli affetti

(Una recensione di Marina Minet al mio ultimo libro)

Se dovessi spiegare a un fanciullo la bellezza e l’impegno dell’amore incondizionato, la raccolta “Assolo per mia madre” dell’autrice Maria Pina Ciancio (Edizioni L’Arca Felice, 2014), coinciderebbe pienamente con l’importante necessità di dovermi appellare alla poesia in ogni sua forma.
“In mezzo al grano l’alba nasceva/ sui passi silenziosi di mia madre” (pag. 9).
La sua è una poesia completa che nutre l’anima. Un canto profondo che si concede senza insicurezze e che non lascia spazio a ostentazioni. Conforto e arricchimento, ed esempio di rara sensibilità epocale.
“Tutta la valle stanotte/ è dentro una ferita di ghiaccio/ che brucia spalancata/ a mani aperte” (pag.25)
Una poesia che avvalora senza consuetudini la purezza del quotidiano, rendendolo esigenza universale e fondamento di quella memoria interiore, che ci rende tutti figli senza tempo.
“Avvicina una mano e lo sguardo e cercami ancora bambina/ solo un istante solo una volta/ per l’ultima volta” (pag.36); “Vorrei abbracciarti adesso, invece corro/fortefortissimo tra lenzuola d’aria/ e grumi di pensieri ancora acerbi” (pag. 40). Continua a leggere

Suppliche d’amore a Nettuno, manifestazione “AMARO AMMORE” di Canio Loguercio

NETTUNO | CORTILE INTERNO DELL’EX DIVINA PROVVIDENZA
31 LUGLIO 2010 | PRIMA TAPPA
a Edoardo Sanguineti

CANIO LOGUERCIO AMARO AMMORE

MORPHING SENTIMENTALE CON DISCESA A MARE

con testi, voci, suoni, balli e musiche live di:

Canio Loguercio, Maria Pia De Vito, Michele Rabbia, Rocco De Rosa, Alessandro D’Alessandro, Maria Grazia Calandrone, Bianca Madeccia, Carmine Mangone & Donatella Vitiello, Tommaso Ottonieri, Jonida Prifti, Lidia Riviello, ARuota Libera Onlus e gli anziani di Nettuno

le immagini di Antonello Matarazzo

le suppliche d’amore (audio registrate) di:

Franco Arminio, Dome Bulfaro, Franco Buffoni, Chiara Daino, Leone D’Ambrosio, Sara Davidovics, Michele Fianco, Rita Florit, Francesco Forlani, Gabriele Frasca, Rosaria Lo Russo, Enzo Mansueto, Giovanna Marmo, Monica Matticoli, Luigi Nacci, Gianmaria Nerli, Marco Palladini, Alexandra Petrova, Gilda Policastro, Federico Romagnoli, Tiziana Cera Rosco, Beppe Sebaste, Luigia Sorrentino, Marco Simonelli, Valentina Tinacci, Sara Ventroni, Lello Voce

e con i testi di:

Marina Minet, Ivano Mugnaini, Annamaria Ferramosca, Sergio Zuccaro, Lucia Pinto, Erminia Passannanti, Mariangela Guatteri, Eugenio Lucrezi, Maria Pina Ciancio, Gianluca Chierici, Biagio Lieti, Marilena Renda, Monica Puleo, Emilia Bragagnini, Rina Accardo, Maria Grazia Casagrande, Elvio Cipollone, Angelo Tozzi, Caterina Vicino, Roberto Ferrari, Giuseppe Napolitano, Luigi Socci, Giuseppe Boi, Michele Caccamo, Sebastiano Adernò, Silvia Tessitore, Antonio Bassano, Roberto Ferrari, Antonio Spagnuolo, Vincenzo Mascolo, Paolo Ferrante, Maura Gigliotti, Raffaella Rossi, Lucianna Argentino, Fabio Barcellandi, Dalal Ghanoum, Rita Pellegrini

e le suppliche lasciate ai BANCHETTI DELLE SUPPLICHE D’AMORE

tutti i week end nelle principali piazze di Anzio e Nettuno – Ad Anzio: tutti i giorni presso la sede di Legambiente (Ufficio Rifrazioni), Largo Venezia – A Nettuno: merc-dom h 21:00 – 01:00 al chiosco rosso di Biriciclabile, Piazzale di S. Maria Goretti e tutte le sere dalle 22:30 al Jackie Brown e alla Favela Chic, Borgo Medievale oppure inviate con un sms al +39 347 3878182 o un’email con file allegato (audio o testo) a: amaroammore@gmail.com

con le voci recitanti (registrate) di

Tiziana Bagatella, Tamara Bartolini, Maria Basile, Michele Baronio, Peppe Bosone, Antonio Cesari, Marzia Ercolani, Francesca Farcomeni, Carmen Iovine, Silvana Matarazzo, Stefano Rana, Marco Solari, Enea Tomei, Alessandra Vanzi

live mixing Paolo Modugno

allestimento e coordinamento tecnico RIFRAZIONI – consulenza tecnica Alfonso D’Amora – foto Speranza Casillo in collaborazione con il Festival Silenzi in forma di poesia, in pensiero (arti e linguaggi del presente in rivista) e l’Associazione Macromundi

http://www.facebook.com/amaro.ammore ufficio stampa marialuisa giordano + 39 338 3500177 retropalco@alice.it

RIFRAZIONI 2010

Festival Internazionale di Arti Contemporanee di Anzio e Nettuno | 29 luglio – 1 agosto

info@rifrazioni.org – uff. stampa: +39 333 8657172 – http://www.rifrazioni.org